Così avete scelto…

È perfetto, io ricordo, io ho scelto:

Fu con grande entusiasmo e buona volontà che decidemmo di scendere per misurare noi stessi…

La prova non sembrava tanto difficile mentre vagavamo liberi e felici in quell’oceano di energia che è l’Universo… niente ci limitava e con il pensiero giocavamo a creare sempre nuove forme, colori, sensazioni… e nel creare sfidavamo noi stessi cercando nuove difficoltà o limiti da superare, come in un gioco di abilità e intelligenza…

Era facile imparare in quel mondo di energia dove nulla è separato e i pensieri passano liberamente da una mente all’altra… forse per questo nacque l’idea di un livello più denso, qualcosa del tipo: perché non aumentare le difficoltà, e metterci alla prova in un mondo più denso, più materiale? dove imparare richiedesse più impegno, come una sfida per aumentare le nostre capacità creative…

Molti accettarono con coraggio e con gioia quest’esperienza che offriva la possibilità di crescere e imparare… c’era una lunga fila di anime in attesa di poter scendere… ne riconosco alcune che ho incontrato tante volte…

Le istruzioni che ci davano erano semplici, tanto semplici ed evidenti lassù, che anche la più microscopica particella di luce le conosceva: tutto è uno… tutto è energia… l’amore è motore e carburante di tutto ciò che esiste… il pensiero crea… tu sei energia… tu sei amore… creare è manifestare amore… tutto ciò che chiedi, ricevi… e così via… erano concetti talmente ovvi che quasi non li ascoltavamo…

Non chiedemmo il manuale d’istruzioni e forse non badammo neanche tanto ai consigli che ci davano per aiutarci nella prova: ricorda chi sei… la separazione non esiste… non sei mai solo… l’amore sarà  il ponte con tutto ciò che esiste… non hai altri limiti di quelli che ti dai… non credere alle apparenze… osserva e ascolta il tuo cuore, lui ti guiderà…

Le difficoltà non ci intimorivano, anzi, eravamo eccitati e ansiosi di cominciare.

Così partimmo…

E scendendo, dimenticammo…

1382788_10204165793363284_4516382878652344850_n

Diario dell’Angelo

È così che avete scelto.
Avete scelto di perdervi nel caos della materia.
Avete scelto di circondarvi d’impegni, doveri, necessità, perché fosse più difficile sentire.
Avete scelto di riempire la mente con immagini, pensieri, problemi, programmi, progetti, scadenze, perché fosse più difficile ricordare.
Ma ce la farete. Sentirete il richiamo nel vostro cuore e ricorderete chi siete e lo scopo della vostra venuta.
E siete qui, adesso, pronte e fedeli al vostro compito…

(VERSO UNO)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...